Percorsi

Percorsi

Le Vie dell’Acqua…un viaggio tra lavatoi, fontane e mulini.

Le nuove cartine relative ai tre percorsi denominati “Le Vie dell’Acqua” sono disponibili presso l’Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica (IAT) di Caprino Veronese situato nella sala del piano terra di Villa Carlotti.

La sorgente più importante nella vallata di Caprino (accanto ad altre di minore portata) è chiamata Bergola ed è stata canalizzata già in epoca romana. In passato, specie in corrispondenza della crisi economica che a metà del ‘500 colpì i traffici commerciali costringendo i signori veneziani che dominavano il nostro territorio ad investire nelle risorse agricole dell’entroterra, questo corso d’acqua rivestiva due importanti funzioni: l’irrigazione di una cospicua superficie agraria (ben 370 campi veronesi) e la produzione di energia per una trentina di opifici, in particolare mulini a grano, segherie per il legno e magli per la lavorazione del ferro. Parecchi di questi mulini hanno funzionato perfettamente fino a pochi decenni fa: sopravvivono alcune canalette in pietra per la conduzione dell’acqua, qualche ruota o i meccanismi e gli ingranaggi che furono il cardine di artigiani e mugnai. Queste “Vie dell’Acqua” ripercorrono antichi tracciati in cui troviamo fontane, lavatoi, mulini che testimoniano l’ingegno dell’uomo e il suo modo di organizzare il territorio e le sue risorse.


1° PERCORSO

PESINA – BOI – PIOZZE – CASTELLO – POZZO CARRARA – PESINA

Lunghezza percorso: 5800 mt/Tempo percorrenza: 2,30 hrs/Dislivello: 220 mt

2° PERCORSO

CAPRINO – RUBIANA – GAON – CAIAR – CAPRINO

Lunghezza percorso: 4600 mt/Tempo percorrenza: 1,50 hrs/Dislivello: 150 mt

3° PERCORSO

PLATANO – PAZZON – VAL DEL TASSO – PORCINO – LUBIARA – PLATANO

Lunghezza percorso: 7400 mt/Tempo percorrenza: 2,00 hrs/Dislivello:100 mt

I link seguenti permettono di scaricare i file pdf che illustrano i percorsi e la presentazione

Volantino LE VIE DELL’ACQUA

Piantina LE VIE DELL’ACQUA

Presentazione LE VIE DELL’ACQUA

 

Inoltre fra i tanti, bellissimi sentieri che si dipanano sul nostro territorio consigliamo quelli ufficiali del CAI: http://www.caicaprino.it/d_sentieri.html

Per visualizzare il contenuto dei tracciati:

– da PC con sistema operativo Windows collegarsi al seguente link: https://sourceforge.net/projects/gpxsee/ e cliccare sul pulsante Download collocato in alto. A questo punto, avvia il programma GPXSee richiamandolo dal menu Start di Windows, entrare nel menu File > Open e tramite il pannello di Esplora File, selezionare il file GPX che si intende aprire. Per ottenere una migliore visuale dei percorsi e delle informazioni memorizzate nel file, recarsi nel menu Map e selezionare la visualizzazione tramite Open Street Map –

– da smartphone scaricare gratuitamente l’app GPX Viewer, da Google Play: avviare l’applicazione tramite l’icona residente nel drawer di sistema, consentendo (o negando) l’accesso alla posizione corrente e, nella schermata che va ad aprirsi, fare tap sulla voce Apri file.  Fatto ciò, consentire all’app il permesso di accedere alla memoria del dispositivo pigiando sull’apposito tasto mostrato a schermo e, aiutandosi con il gestore file integrato, selezionare il file GPX da aprire.  

Nel giro di qualche secondo, le informazioni contenute nel tracciato in questione dovrebbero essere visualizzate sulla mappa. Si può aumentare o diminuire lo zoom “pizzicando” lo schermo verso l’esterno o verso l’interno o, ancora, si può girare la mappa effettuando un movimento di rotazione con due dita. Se si desidera, si può visionare le proprietà dei Waypoint, la mappa satellitare o seguire il tracciato attraverso il GPS del dispositivo tramite il menu principale dell’app.